Quando si parla di cottura al forno la mia mente corre subito alle torte, dolci o salate che siano. Con gli forma, con ogni ingrediente, la torta per me rimane una delle ricette più variabili e adattabili che ci possano essere. Oggi vi propongo una ricetta che si presta bene come aperitivo, come secondo piatto, come idea fuori casa (in ufficio o in un picnic). Una torta salata buona calda, appena sfornata, ma deliziosa anche fredda. I nostri ingredienti principali saranno una sfoglia, la patata, il porro e il formaggio di riso.
Le patate le abbiamo già incontrate nei nostri piatti e ormai abbiamo imparato che non sono classificate come verdure, come spesso noi le utilizziamo, ma come carboidrati, al pari della pasta per capirci. Le patate sono ricche di potassio, un importante minerale che troviamo all’interno del liquido intracellulare nel nostro corpo. La sua funzione è quello di andare a regolare la ritmicità del cuore, la pressione osmotica, l’eccitabilità muscolare, l’equilibrio acido-base e la ritenzione idrica. Quando dunque siamo a dieta, per esempio, non dobbiamo preoccuparci di eliminare le patate dal nostro menù, anzi possono essere una preziosa risorsa nutritiva. Le patate sono anche ricche di vitamina C, ottime se abbinate a una fonte di ferro come gli spinaci. Ma oggi voglio svelarti anche dei segreti delle patate… fuori dal corpo. Quando cuoci le patate, non buttare via l’acqua perché può essere preziosa per lucidare l’argenteria. Una volta raffreddata la possiamo utilizzare anche per la pulizia del viso. E se ci piacciono i sughi densi e vellutati possiamo utilizzare proprio l’acqua di cottura delle patate!
Il secondo ingrediente cardine è il porro. Non possiamo farcelo mancare in primavera, quando il corpo si risveglia e ha un estremo bisogno di un percorso disintossicante. Il porro in questo casca a fagiolo, come si suol dire, perché ha proprietà drenanti, disintossicanti e idratanti allo stesso tempo. Possiamo utilizzarlo nei nostri piatti soprattutto nella fase di luna calante, quando l’effetto detox è potenziato. Antiossidante, è un ottimo alleato del nostro sistema circolatorio e cardiovascolare; contribuisce alla distruzione del colesterolo cattivo ed è dunque ideale per chi tende a soffrire di pressione alta. Ricco di calcio e ferro, ben si sposa con la vitamina C delle patate che ne permette un ottimale assorbimento. Non solo, nel porro troviamo anche vitamine come la K, E ed A. Qualcuno che di porri ne andava matto fu l’imperatore Nerone, che veniva chiamato “il porrogafo”.
Ultimo ingrediente che inseriamo nella nostra favolosa ricetta è il formaggio di riso, una ottima alternativa per chi decide di non consumare prodotti di origine animale. Non possiamo dire che sia un alimento magro per le amanti della linea, ma per chi ama praticare sport può essere una chicca da non perdersi. È una ricca fonte di energia, con grassi insaturi e dunque sani per il nostro corpo. È un tipo di “formaggio” che non contiene lattosio e nemmeno glutine, quindi perfetto anche per i soggetti allergici o sensibili. Il formaggio di riso si ricava dal riso integrale, ammollato in fresca acqua e a cui si aggiungono aceto di mele e agar agar per la solidificazione. È un alimento che risulta facilmente digeribile e con un gusto delicato.

Strumenti necessari:
carta forno
padella
mestolo
tagliere e coltello
teglia da forno
forno

Ingredienti:
1 sfoglia veg
2 patate medie
1 porro
50gr formaggio di riso
sale e pepe



Procedimento:
Tagliamo sottilmente il porro, a piccoli cubetti le patate sbucciate. Tutto in padella con un filo d’olio, sale e pepe. Cuocere fino a che tutto diventa morbido, a fuoco basso e col coperchio, mescolando di tanto in tanto e aggiungendo un goccio d’acqua se necessario. Stendere la sfoglia, bucherellare la base e poi inserire il composto. Tagliare il formaggio di riso a cubetti e spargerlo sulla superficie. Infornare a forno già caldo, 180 gradi, per 20 minuti.


0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: