Come motivare e migliorare l’igiene orale a casa dei bambini

Molti genitori arrivano da me a studio disperati perché non riescono ad abituare i bambini alla routine dell’igiene orale; mi raccontano che si inventano tanti metodi per stimolare la loro curiosità tra libri, storie e disegni ma se non è stata inserita questa abitudine sin dalla nascita spesso le difficoltà possono presentarsi.

Molti bambini non sanno della presenza degli “animaletti” della bocca che si attaccano con forza sui denti, mangiano tutte le cose buone che mangiamo giornalmente, diventano forti e se non vengono tolti tutti i giorno possono danneggiare denti e gengive.

Perché non si rendono conto? Perché i batteri non li vediamo!

I bambini sono molto furbi, intelligenti ma non conoscono il dannoso potere batterico per il nostro sorriso e in più usano lo spazzolino in velocità, mordicchiandolo e poi spesso non si fanno lavare bene i denti dai genitori. 

Prima di raccontarvi di una bella “invenzione” care mamme vorrei prima fare un passo indietro e spiegarvi in sintesi cos’è la placca batterica: è il biofilm nemico che si aggrega, organizza e ha una forte adesione sulle superfici dure della bocca; composto da specie batteriche, saliva, residui di cibo e cellule epiteliali inglobate in una struttura proteica.

Questo ausilio che ora vi descriverò ha migliorato la routine di molti genitori, di bambini ma anche di molti adulti un po’ pigri nell’igiene orale a casa restituendo un aspetto più sano dei tessuti.

Oggi vi parlo delle pastiglie rivelatrici di placca batterica ; già nella mia pratica clinica utilizzo dei gel per colorare ed evidenziare le aree con più biofilm batterico, per istruire il paziente e per migliorare la tecnica di spazzolamento. A casa è possibile utilizzare queste piccole pasticche colorate, si acquistano in farmacia o su internet, da far sciogliere in bocca ed il gioco è fatto!

All’interno di questi prodotti vi è l’eritrosina, una proteina che si lega alle cellule vive della placca batterica e delle mucose rendendola visibile e così più facile da rimuovere. Molte di queste pastiglie hanno la capacità di colorare i batteri dopo aver lavato i denti in due colorazioni, di colore rosso per la placca batterica più giovane e di colore blu\viola per la placca batterica più vecchia

Sono facili da utilizzare e per tutte le età, consiglio di iniziare dai 3\4 anni sotto la supervisione di un genitore andando a dividere la pasticca e trasformandola in polvere, rendendola cosi più sicura e facile da sciogliere nel cavo orale.

Con mia figlia Nicole ci divertiamo tanto davanti lo specchio facendo tante belle linguacce blu e facciamo a gara per chi si lava meglio i denti con lo spazzolino, anche perché il gioco è proprio quello di far tornare i denti bianchi e brillanti.

Denti bianchi e lingua blu sono il risultato di un piccolo sorriso bello, sano e vi assicuro che sarà motivo di tante risate anche per voi dopo aver visto le facce sorprese e buffe dei vostri piccoli cuccioli.

QUESTO ARTICOLO E' STATO SCRITTO DA:.

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: