Coltivazione e conservazione delle verdure nelle stagioni fredde

Sono tornata per parlarvi ancora una volta dell’orto. È giunta l’ora infatti di darsi da fare, perché anche nella stagione più fredda la natura regala emozioni. Come per l’orto primaverile, a voi la scelta. Potrete seminare tra luglio e agosto o piantate direttamente tra agosto e settembre.

Cosa coltivare d’inverno?

•Sicuramente il finocchio, meglio quello invernale rispetto a quello autunnale. La differenza? Rispetto a quello autunnale, l’invernale è più piccino, ma il sapore è migliore. Nel piantare il finocchio cercate di mantenere una distanza di 50 cm l’uno dall’altro.

•In un orto invernale, altro ortaggio che non può assolutamente mancare è il cavolo! Ne esistono diverse varietà:
– cavolo nero (adatto soprattutto per i minestroni e le zuppe);
– cavolo cappuccio rosso (ottimo in insalata tagliato fine);
– cavolo rapa (insalata);
– cavoletti di Bruxelles (pianta che si sviluppa in altezza e offre tanti piccoli cavoli, squisiti in padella con aglio e acciughe);
– verza (buona stufata);
– cavolfiore (si può consumare in mille modi). Nelle prime settimane, questa tipologia di verdura necessiterà di tanta acqua.

•Passiamo alle insalate, anche qui sono molteplici le varietà invernali: lattuga, cicoria, pan di zucchero, radicchio rosso, catalogna ecc…

Una volta capito quello che possiamo seminare o piantare, cerchiamo di capire come muoverci. Arriviamo da un orto estivo, pieno di zucchine, pomodori fagiolini, cetrioli…
Per prima cosa bisognerà raccogliere e conservare le ultime verdure estive e successivamente rimuovere le piante.
Recuperate una vanga e via, lavorate la terra. Se volete concimare un po’, recatevi in un negozio per cercare il concime più adatto alla vostra tipologia di terreno. Dopo una settimana sicuramente la terra regalerà tante piante infestanti, che andranno tolte. Il terreno sarà così pronto per ospitare nuove verdure. Potrete procedere e piantare, tenendo conto che più o meno trascorse 2/3 settimane le infestanti ricresceranno. È importante sfruttare queste settimane, perché le nostre piantine andranno a stabilirsi meglio nel terreno. Occorrerà successivamente rimuovere di nuovo le infestanti.

L’orto in vaso

A differenza dell’orto primaverile, la coltivazione in vaso per i mesi invernali cambia.
Far crescere gli ortaggi invernali, in vasi, sul nostro terrazzo è possibile, ma più complicato. Le verdure dei mesi freddi sono più voluminose, quasi tutte crescono in larghezza e occupano molto spazio.

Ad esempio in vasi profondi almeno 20-25 cm sarà possibile piantare lattughe, radicchi, sedano, prezzemolo, ravanelli e aglio. I vasi profondi 40 cm invece saranno riservati ai finocchi, ai porri e ai cavoli. Se vorrete intraprendere quest’attività, suggerisco vasi singoli: un vaso per ortaggio. Ne serviranno parecchi quindi! Procuratevi anche del “tessuto non tessuto” sotto il quale poter mettere al riparo i vasi nei momenti più freddi.

•Come conservare la verdura estiva per l’inverno?

E adesso per concludere questo argomento, vediamo come conservare la verdura estiva per il lungo inverno. Sappiamo benissimo che d’estate veniamo sommersi dai pomodori, dalle zucchine, dai fagiolini e dai peperoni. Sprecare tutto ciò è davvero un peccato, quindi dobbiamo trovare una soluzione per poter gustare questi ortaggi anche a gennaio!

qui sotto ho preparato per voi delle comode schede da stampare e conservare!!

CONSERVAZIONE-VERDURE-FRESCHEDownload


TROVI L’ARTICOLO DELLA COLTIVAZIONE IN VASO ESTIVA QUI!!

autrice del post è martina


0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: