Il ruolo dell’igienista dentale come divulgatore della prevenzione del sorriso

L’igiene della persona è una forma di rispetto verso se stessi, verso il prossimo e la situazione tragica di questo periodo ci insegna che il mondo dei batteri, virus e parassiti è grande e noi siamo invisibili.

IL NOSTRO UNICO MICROBIOTA NEONATALE

La bocca è stato sempre un organo di esplorazione da quando si è piccoli, basti pensare alla suzione del pollice all’interno del grembo materno, all’allattamento e alla scoperta di nuovi sapori e oggetti attraverso questa piccola porta di ingresso.
Da qui nasce un mondo così complesso, dove microrganismi vivono in equilibrio tra di loro, chiamato microbiota, che già durante la gestazione ha la sua unicità.
Quando ognuno di noi nasce ha già 9 mesi e siamo formati, pronti ad affrontare la vita tra le braccia della nostra mamma che ha molti più anni di noi e ha vissuto la vita e la gravidanza in modi diversi. Il corpo di una donna è una meravigliosa macchina ed è creato per donare una nuova vita quindi deve essere in ottima forma dove le patologie sono lontane e la prevenzione vicina.

Cos’è il microbiota?

Il microbiota sulla terra circonda e compenetra ogni forma vivente ed è simbiosi tra cellule, batteri, virus, Parassiti, funghi e quello umano costruisce e vive nelle barriere con l’esterno.
Si crea già durante la gestazione ed è stabile, ci personalizza al 99,9% e varia a seconda la razza, la dieta, l’età e la qualità di vita.
Anche il tipo di parto, influisce sul microbiota del bambino che alla nascita, avrà lo stesso della madre e si adatterà allo stile di vita e alle sue variabili fino ai tre anni di vita, cosi diventerà un unico e solo, in continuo cambiamento. Anche il microbiota orale, diverso dagli altri distretti del corpo, è ben organizzato alla nascita e caratterizzerà una piccola bocca pronta ad esplorare il mondo.

L’IMPORTANZA DELLA PREVENZIONE DEL CAVO ORALE IN GRAVIDANZA

Durante i corsi preparto racconto alle future mamme che il loro benessere del cavo orale è fondamentale per far sì che il feto stia bene e che abbia un microbiota neonatale e orale perfetto per accogliere tutte le variabili esterne che dovrà incontrare dopo la nascita.
La prima prevenzione avviene durante la gravidanza, dove i cambiamenti ormonali, immunologici e vascolari sono fattori di rischio per mamma e bambino, infatti le Linee Guida Ministeriali consigliano di fare delle visite dal dentista e l’igiene orale professionale dall’igienista dentale programmate in questo periodo della vita di una donna.
Quella linea invisibile che unisce noi con i nostri bambini nel grembo è forte e ci responsabilizza perché il suo benessere dipende da noi, dalle nostre buone abitudini, dalle giuste informazioni e attenzioni future, come l’attenzione per l’igiene orale della futura mamma che deve essere ancora più attenta e scrupolosa.

PH Bruno Caccamo

ORA CHE CI SEI TU:

Quando nasce il nostro piccolo grande amore concentriamo tutte le energie su di lui, per accudirlo, cambiarlo, nutrirlo, addormentarlo e per trasmettere le giuste regole e abitudini per stare bene.
Si chiama routine del benessere e il gesto dell’igiene del cavo orale inizia dal primissimo giorno di vita e per sempre. Questo gesto lo abitua ad una sensazione piacevole e lo aiuta a mantenere in equilibrio il suo complesso mondo della bocca, aiutando i batteri buoni a sconfiggere quelli cattivi.
Passano i mesi e nascono i primi dentini come cambiano gli strumenti da usare per lavare con gentilezza ed efficacia la dentizione da latte che ospita delle ricche colonie batteriche le quali hanno una forte adesione sui denti. Questi batteri producono degli acidi quando sono a contatto con gli ZUCCHERI, per questo motivo consigliamo una dieta equilibrata e povera di questi nutrienti che favoriscono l’insorgenza della CARIE, una patologia infettiva, multifattoriale che distrugge il dente.

La mia piccola Nicole alle prese con la sua igiene orale

LA CARIE

In Italia 9 bambini su 10 hanno delle carie e l’obiettivo di noi igienisti dentali è quello di preservare uno stato di salute orale da quando si è piccolissimi aiutando le mamme a diventare delle “esperte dell’Oral care” spiegando, affidandoci sempre alle Linee Guida Ministeriali e all’Organizzazione Mondiale della Sanità, che le precauzioni, con le giuste manovre d’igiene quotidiana, sono l’arma vincente per un sorriso bello e sano.

QUANDO PORTARE IL BAMBINO DAL DENTISTA?

Prima di tutto la prima visita dal dentista è fortemente consigliata tra i 18/24 mesi di età dove si intercetteranno le malocclusioni, le abitudini viziate come la suzione del dito o del ciuccio oltre i due anni, e le carie in atto, per minimizzare i danni e per far stare bene il bambino.
Qui il mio ruolo è importante per spiegare alle mamme gli strumenti personalizzati per il bambino, quali dentifrici e collutori usare per rinforzare lo smalto dei denti e come migliorare il diario alimentare per diminuire il rischio di carie.
Da qui inizia un percorso da condividere tra genitore e figlio dove tutti i giorni, passo dopo passo saranno uniti da un unico obiettivo: sorridere insieme.

Fonti:
Documento ufficiale
Documento ufficiale

Autrice Dott.ssa Cristina Giannetti


0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: