Chiamiamola lasagna per catturare l’attenzione dei più piccoli, ma in realtà lasagna non è. Forse solo la forma e la stratificazione fanno pensare ad una sorta di lasagna. Per il resto non ha nulla cui spartire con il tradizionale piatto conosciuto da tutti, in quanto non è presente la pasta.⠀
Con qualche foglia di verza sbollentata ho dato vita ad una gustosa e delicata portata ideale per pranzi e cene raffinate. La ricetta è semplice da realizzare e di grande effetto. ⠀

•Ingredienti per 4 persone⠀

1 cavolo verza⠀
200 gr di macinato⠀
200 gr di salsiccia⠀
1 pacchetto di sottilette⠀
300 gr di pangrattato⠀
1 spicchio d’aglio ⠀
Sale, pepe e olio q.b⠀

Procedimento

Lavate accuratamente la verza e fatela sbollentare per 5 minuti. Nel frattempo fate soffriggere in una padellino antiaderente il macinato e la salsiccia sbriciolata con un filo d’olio e uno spicchio d’aglio. Due minuti saranno sufficienti.⠀
Scolate la verza e fatela sgocciolare per bene. ⠀
Procuratevi una teglia da forno dai bordi alti e iniziate con la stratificazione: verza, ragù bianco, un cucchiaio di pangrattato e due sottilette. Continuate così fino al riempimento della teglia. Terminate con le due sottilette e ricoprite il tutto di pangrattato.⠀
Cuocete in forno ventilato per circa 20 minuti a 190°. ⠀




Categorie: Le ricette

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: