Conosciamola meglio ed impariamo ad usarla!!

 Tutti noi dovremmo essere in possesso di validi strumenti che ci consentano di mangiar sano.   Il principale è la Piramide Alimentare della Dieta Mediterranea.
Credetemi è uno strumento davvero efficace e intuitivo, che consente a chiunque di capire quali siano gli alimenti e le frequenze di consumo adeguate.
La Dieta Mediterranea ad oggi è l’unica dieta priva di rischi e, al contrario, è stata correlata a tantissimi benefici legati allo stato di salute.

wp-15910228682055010643814064250860.jpg

Esaminiamo insieme la piramide alimentare

Partiamo dal basso verso l’alto, dove andremo a ritrovare abitudini, alimenti e tradizioni da scegliere/svolgere più frequentemente.

Ogni giorno dovremmo praticare attività fisica, almeno 30 – 60 minuti al giorno. Come? Camminando, facendo le scale, dedicandoci all’orto o al giardinaggio, andando in bicicletta o giocando all’aria aperta, facendo i lavori domestici oppure dedicandoci all’attività sportiva.
Prima di iniziare ogni giornata dovremmo aver dormito almeno 8 ore, ricordiamoci che il riposo e le ore di sonno hanno un notevole impatto sulla nostra salute e sul peso corporeo (spesso si trascura questo aspetto!).
Giornalmente dovremmo scegliere preferibilmente prodotti di stagione e a Km 0, facendo diventare il pasto anche un momento di convivialità (come da buoni Mediterranei!)

Tutti i giorni dovremmo bere 8-10 bicchieri d’acqua e includere 2 o più porzioni di verdura e due porzioni di frutta giornaliere (DI STAGIONE!)
Ad ogni pasto principale è necessario consumare cereali integrali e il nostro inimitabile olio extra-vergine d’oliva.

Foto by Pexels

Tutti i giorni non deve mancare il consumo di frutta secca (30g giornalieri) o olive o semi oleosi e l’uso di spezie e erbe aromatiche, per insaporire i nostri piatti abbassando così il consumo di sale.
Giornalmente è necessario anche il consumo di latticini, preferendo per esempio lo yogurt, il latte o formaggi magri. Ad oggi su quest’ultimi le frequenze di consumo consigliate sono 1-2 porzioni a settimana, considerando sempre che i formaggi non sono un buon modo per concludere il pasto, ma quando consumati, devono essere considerate come la fonte proteica del nostro pasto.

Passiamo alle frequenze settimanali. E’ necessario consumare:

  • 2 volte a settimana Carne bianca (Pollo, Tacchino o Coniglio)
  • Più di due volte a settimana pesce, consumando molluschi e crostacei al massimo una volta a settimana
  • 2- 4 uova a settimana (preferendo quelle biologiche o allevate a terra)
  • Consumare più di 2 volte a settimana legumi (Piselli, Fagioli, Fagiolini, Soia, Ceci, Fagioli, Fave, Lupini ecc)
  • Mangiare al massimo 3 volte a settimana le patate
  • Consumare al massimo 1 volta a settimana carne rossa
  • Mangiare raramente salumi e insaccati
  • Consumare dolci al massimo 1/2 volte a settimana

Il vostro menù settimanale rispecchia queste indicazioni?

Questo post è stato scritto in esclusiva per voi da:
Newsletter


0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: