I consigli da chi l’ha già vissuto.

Eccoci qui..tra una settimana tutti in classe. Le mamme “esperte”, che ci sono già passate dalla fase dell’inserimento a scuola sanno già come affrontare l’inizio del nuovo anno..anzi..non vedono l’ora!! Chi invece dovrà inserire per la prima volta il figlio alla scuola dell’infanzia o al nido sicuramente avrà un pò di ansia e molte preoccupazioni.

E’ normale..tutte noi l’abbiamo vissuto. Ci chiediamo se abbiamo fatto la scelta giusta, se la scuola sarà buona. Ci chiediamo se le maestre saranno brave e comprensive, dolci e magari riusciranno a contenere l’esuberanza. Poi ci sono mamme che si chiedono “sentirà la mia mancanza? e se poi piange perchè me ne vado? e se non riesco ad andare a prenderlo e devo mandare i nonni, ci rimarrà male?”

Beh..vi dico una cosa certa: magari vostro figlio piangerà vedendovi uscire, urlerà diventando paonazzo..ma dopo esattamente 45 secondi si metterà a giocare con i compagni. Perchè? Perchè sono bambini, e come si dice sempre loro hanno bisogno di giocare e distogliere il pensiero dalla situazione negativa che stanno vivendo. Andate via serene che le maestre sapranno cosa fare. Se le maestre sono scrupolose o vedono in voi un pò di tristezza vi chiameranno entro un’ora per farvi sapere che va tutto bene.

I consigli delle altre mamme

Elisa fa parte di quelle mamme che affronteranno  l’inserimento al nido della seconda figlia. E’ stata anche dalla parte di quelle Educatrici che hanno fatto nuovi inserimenti.

L’Elisa Educatrice ripete ai futuri genitori queste tre pillole di consiglio:

1• NESSUN BAMBINO NON SI INSERISCE

2• OGNI BAMBINO HA IL PROPRIO TEMPO,MAMMA RISPETTALO

3• MAMMA SEI LA PRIMA A DOVER ESSERE CONVINTA DI FARLO…AFFIDATI ALLE EDUCATRICI ,SANNO QUELLO CHE FANNO.

Letizia, inserisce per la terza volta un figlio alla scuola dell’infanzia e vi dà il più naturale e prezioso consiglio: vivetelo con tranquillità. Solo così si potrete godere a pieno questa nuova meravigliosa fase di vita dei vostri piccoli.

Valentina, ci suggerisce tre magie per un inserimento senza paura:

  1. Il mudra scaccia paura: Infonde calma, trasmette coraggio, forza, fiducia in se stessi. Si pratica seduti, la mano sinistra a coppa, sotto alla pancia, rivolta verso l’alto. La mano destra è sollevata accanto alla spalla, le dita unite allungate verso l’alto.
  • I 7 bhandan: un modo per rinforzare l’aura e proteggere così la persona a ogni livello. È una abitudine perfetta da svolgere prima di uscire di casa e l’effetto è quello di un vero e proprio scudo magico. In piedi o seduti, la mani lungo i fianchi. Il palmo della mano sinistra è rivolto verso l’alto. Portate la mano destra sopra la sinistra e poilfatela scorrere salendo lungo il braccio sinistro, passando sopra la testa e scendendo lungo il braccio destro. Si torna poi indietro fino a riportare la mano destra sulla sinistra. La mano si muove come una carezza. Si ripete per sette volte.
  • Il portafortuna: si tratta di un piccolo oggetto che può essere tenuto in tasca, o attaccato allo zaino, o alla giacca… per i miei bimbi per esempio uso un piccolo peluches fatto a mano, profumato con oli essenziali. Al momento del bisogno possono andare a coccolarselo e sentire il profumo della mamma. Anche delle pietre possono essere perfette a questo scopo, quelle più adatte sono angelite, giada, avventurina, tormalina.

Come avviene l’inserimento?

Immaginate l’emozione dei vostri figli nell’affrontare questa esperienza nuova, sicuramente non tutti la vivranno bene. Sta a noi mamme fargli capire quanto è bello stare a scuola, spiegargli che noi dobbiamo fare tante cose noiose e sempre uguali, invece lui potrà giocare e divertirsi!!

I primi giorni solitamente si rimane un pò in classe con loro, per evitare il trauma del distacco, poi saranno le maestre a vedere se i vostri figli sono pronti a stare soli. Ho visto bambini non riuscire a stare a pranzo per mesi, ma ho visto la comprensione di chi educa e la comprensione delle mamme.

I tempi di inserimento al nido sono un pochino più lunghi perchè i bambini sono più piccoli e più attaccati alla mamma. Gli stessi bambini che poi andranno alla scuola dell’infanzia saranno già psicologicamente pronti alla nuova avventura e magari in pochi giorni saranno pronti a rimanere tutto il giorno.

Vorrei fare una spiacevole parentesi per le mamme lavoratrici. Non abbiate fretta che vostro figlio rimanga a scuola dalle 7 alle 17 perchè dovete correre al lavoro, lo dico da mamma che ha visto altre scappare via per la fretta e bambini disperati che ne soffrivano l’abbandono. Io capisco che il lavoro sia importante, ma trovate una soluzione: chiedete il congedo parentale se potete, fate fare l’inserimento al padre, alla nonna, rinunciate ad una settimana di ferie estive per godervi questo nuovo inizio di vostro figlio e fargli sentire che voi ci siete.

Ultima raccomandazione..sorridete quando lo lasciate,non intristitevi e non sgridatelo. Riempitelo di affetto perchè se lo porterà in classe tutto il giorno!

Autrice: Alessandra con la preziosa collaborazione di Elisa, Letizia e Valentina

Elaborazione in corso…
Fatto! Sei nell'elenco.

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: