La frutta secca o la ami o la odi, a mio avviso è uno di quegli ingredienti che non ha mezze misure. O la vorresti ovunque, oppure fuggi urlando appena ne hai il sentore di presenza. Personalmente faccio parte del team frutta secca ovunque e mi piace praticamente tutta, nel dolce o nel salato, nei primi secondi e dolci.

Nella ricetta di oggi andremo ad utilizzare le famosissime mandorle, che fra tutta la frutta secca sono forse quelle più amate, molto utilizzate in ambito dolciario ma che noi andremo a cucinare in un favoloso piatto salato. Le mandorle sono semi oleosi ricchi di vitamine e Sali minerali. Rappresentano una preziosa fonte di energia, tuttavia presentano anche molte calorie e per questo vanno consumate con parsimonia. Nelle mandorle spicca soprattutto la vitamina E, così come il magnesio, il ferro e il calcio. Le mandorle hanno il potere di abbassare i livelli di colesterolo nel sangue, proteggendo così la salute del cuore e della circolazione. Antiossidanti, sono utili alla bellezza di pelle e capelli, oltre a mantenere giovane ed energico tutto l’organismo. Grazie all’elevata quantità di ferro sono adatte a combattere l’anemia (ma ricordiamoci sempre di abbinare una fonte di vitamina C per rendere tale ferro assimilabile). L’olio ricavato dalle mandorle è molto utilizzato in ambito cosmetico grazie al suo potere lenitivo ed emolliente.

Le carote, dal canto loro, sono preziosissime per la salute di intestino e occhi. Sono una grande fonte di beta-carotene, utilizzato dall’organismo per la formazione della vitamina A, fondamentale soprattutto per la vista. Sono inoltre ricche di luteina, un antiossidante che dona elasticità alla pelle. Contengono potassio, che a regolarizzare la pressione del sangue e vitamina K, utile alla coagulazione del sangue. Grazie all’alto contenuto di fibre regalano un certo senso di sazietà, utile soprattutto per quelle di noi a dieta!

Infine le patate (che sono un carboidrato, al pari della pasta, e non una verdura), sono anche una fonte di vitamina C, utile nella stagione fredda per rafforzare il sistema immunitario. Sono ideali per combattere l’ipertensione grazie alla presenza di potassio. Agiscono sul sistema digestivo come antinfiammatorio. Essendo un carboidrato complesso possono essere consumate anche dai soggetti diabetici. Anche le patate hanno un alto potere saziante e dunque sono un ingrediente perfetto per chi è a dieta e deve regolare la fame.

Strumenti necessari:

  • Pentola
  • Coltello e tagliere
  • Pelapatate
  • Frullatore a immersione
  • Ciotola

Ingredienti per 2:

  • 1 patata grande
  • 2 carote
  • ½ cipolla
  • 30gr di mandorle pelate
  • Sale e pepe

Procedimento:

A parte, in una ciotola, mettete le mandorle in acqua fredda per mezz’oretta. Tritate poi la cipolla e mettetela a rosolare in padella con un goccio di olio. Nel frattempo, tagliate e pelate carote e patate. Mettete tutto in pentola ì, assieme anche alle mandorle scolate. Regolate leggermente di sale e pepe, aggiungete acqua fino a coprire bene tutto e cuocete per circa 30-40 minuti col coperchio. Una volta cotto, frullate bene tutto fino ad ottenere una crema densa, spolverate con mandorle a scaglie, crostini di pane e servite con un giro di olio extravergine di oliva a crudo.


0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: