Lo so che avete già storto il naso, vi vedo lì a dire che la famiglia dei cavoli è la peggiore che ci sia e che i cavolfiori sono di sicuro tra i peggiori. Se non rientri in questa categoria di reazioni sappi di essere un animale raro e tieniti stretta la tua “passione del cavolo”! La domanda che ci poniamo oggi è: possono dei cavolfiori assumere un aspetto invitante ed essere mangiati volentieri anche dai bambini? Mi sono a lungo scervellata per trovare modi di far piacere i cavoli ai miei bimbi (con tanto di disastrosi risultati) fino a che non mi sono imbattuta in loro: i cavol-pops. Una ricetta semplice, veloce, geniale!

Questa ricetta può essere eseguita allo stesso modo con cavolini di Bruxelles, broccoli, cavolo romano o, come faremo noi oggi, con un classico e intramontabile cavolfiore. I cavolfiori sono una botta di salute durante la stagione fredda: contengono poche calorie, ma hanno un alto potere saziante (perfette per le mamme eternamente in dieta!) e nutrizionalmente hanno tante caratteristiche importanti che ora scopriremo assieme. Sono infatti ricchi di vitamine e minerali, fondamentali per mantenerci in salute. Ricchi di vitamina C, i cavolfiori sono antiossidanti e antinfiammatori. Innalzano le nostre difese immunitarie e ci aiutano dunque a tenere lontani virus e influenze, sono un ottimo rimedio contro il raffreddore. Perfetti anche per chi soffre di diabete, grazie al loro potere di mantenere in equilibrio i livelli di glicemia. Le recenti ricerche scientifiche classificano i cavolfiori anche tra gli alimenti anticancro, consigliando di mangiarne due volte a settimana per tutta la stagione fredda. Migliorano anche la circolazione, regolano infatti il battito cardiaco e controllano la pressione arteriosa. Stimolano la funzionalità della tiroide migliorando così anche il nostro sistema ormonale. Insomma un ortaggio che è un toccasana!

Ma vi ricordate, verso gli anni 80, quelle piccole bamboline che nascevano dai cavoli? Ditemi che non sono l’unica che le aveva in collezione!

Nella nostra ricetta useremo anche farina di ceci, ricavata da uno dei legumi più antichi e salutari. La farina di ceci è ricca di proteine, il che la rende perfetta per portare equilibrio e bilanciamento nutrizionale nei nostri piatti. È ricca inoltre di vitamine del gruppo B, A ed E, contiene buonissimi livelli anche di potassio, calcio e fosforo. Grazie al contenuto di fibre è indicata anche per migliorare la nostra funzionalità intestinale e, inoltre, è priva di glutine (e colesterolo)! Rispetto a una classica farina contiene meno calorie, perfetta dunque per chi vuole mantenersi in linea.

Strumenti necessari:

  • Bastoncini da spiedino
  • Coltello
  • Cestello per cucinare al vapore
  • Pentola per la frittura
  • Scolino
  • Carta assorbente

Ingredienti:

  • 1 cavolfiore
  • 4 cucchiai farina di ceci
  • 2-3 cucchiai birra
  • Sale e pepe
  • Olio per friggere

Procedimento:

Per prima cosa dobbiamo pulire il cavolfiore, tagliarlo a cimette (non troppo piccole) e cuocerlo al vapore. Deve ammorbidirsi, ma rimanere ben compatto. Se utilizziamo cavolini, broccoli o altro facciamo esattamente lo stesso processo. Prepariamo poi la pastella: mescoliamo alla farina di ceci un pizzico di sale e pepe. A me piace aggiungere anche della paprika dolce, ma potete seguire il vostro gusto personale nella scelta delle spezie. Iniziamo poi ad aggiungere poca alla volta la birra fredda di frigo, mescolando energicamente. Dobbiamo ottenere un composto cremoso, non liquido. Una volta pronte scaldiamo l’olio da frittura e una volta ben caldo immergiamo le cimette di cavolfiore nella pastella e aiutandoci con una forchetta o cucchiaio mettiamo nell’olio bollente. Doriamo da tutti i lati e scoliamo su carta assorbente. Una volta raffreddati infilziamo negli spiedini e serviamo, magari con della maionese veg o qualche altra salsina a piacere.


0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: