Tre idee a cui ispirarsi!!

Care mamme mancano 12 giorni a Dicembre e così alcune di noi hanno pensato di darvi tre idee per i vostri calendari dell’avvento fatti in casa!! In questo periodo avete già visto in giro tanti negozi e supermercati che vi offrono calendari a buon prezzo..e se lo faceste voi stavolta?

Calendario dell’avvento salvaspazio

Dicembre non ti temo! Il mese più atteso dell’anno, dove tutto si trasforma e diventa magico, ma come comportarsi quando si ha una casa piccola? Tra albero e decorazioni varie lo spazio rimanente è davvero limitato. Ecco che entra in gioco la creatività per riorganizzare ambienti, cercando soluzioni alternative e trucchi salvaspazio per sfruttare ogni angolo. Quest’anno infatti, dato che Giorgia sta crescendo ed è nella fase dei “perché e dei per come” abbiamo deciso di iniziare una nuova tradizione: il calendario dell’avvento, per tenere a bada l’attesa del Natale.

Come e dove farlo? Ho iniziato a guardarmi intorno nella mia cucina, luogo dove trascorriamo la maggior parte del tempo. Mi sono venute in mente diverse soluzioni salvaspazio, come per esempio la classica gruccia appesa, oppure la porta del frigorifero… alla fine ho scelto il bastone porta strofinacci della mia piattaia.

Realizzarlo è stato semplice: ho comprato direttamente su Amazon il set per comporlo.

24 sacchetti con simpatici cartoncini da incollare e 24 adesivi numerati al prezzo di 14,99€. Ho aggiunto del nastro rosso, la colla vinilica, una bucatrice e una pinzatrice. Infine mollettine a tema natalizio per dare quel tocco in più.
Ho coinvolto Giorgia nella decorazione dei sacchetti e poi una mattina mentre lei era all’asilo ho riempito uno ad uno i sacchetti con dolcetti, pastelli, palline per l’albero, elastici per capelli e qualche giochino.
I sacchetti com’è possibile notare dalla foto, li ho legati al bastone alternando le lunghezze.
Non ci resta che aspettare il 1 dicembre e iniziare questo fantastico conto alla rovescia.

Martina

Il calendario dell’avvento per i più piccoli

Visto che Elia è ancora piccino per mangiare ogni giorno un dolcetto o scartare un regalino, ho pensato di proporgli un calendario dell’avvento da riempire anzichè che da svuotare.

Il nostro countdown verso il 25 dicembre sarà scandito dalla folta barba di Babbo Natale: ogni giorno infatti attaccheremo un batuffolo di cotone alla barba della nostra sagoma di Babbo Natale.

Occorrente
– 3 fogli di cartoncino colorato: rosso, bianco e rosa
– forbici
– colla
– matita
– pennarello nero a punta fine
– penna/pennarello/pastello rosso
– cordino
– batuffoli di cotone (che serviranno dal 1 dicembre)

PROCEDIMENTO
Ho creato la sagoma di Babbo Natale sul foglio rosa e con gli altri colori ho realizzato le sagome del cappello (rosso) e della barba/dettagli (bianco).
Una volta incollato tutto, ho fatto con la matita tanti cerchi quanti sono i giorni dell’avvento sulla barba bianca, aiutandomi con uno scotch. Ho scritto poi i numeri del calendario col pennarello nero e decorato i cerchi con dei trattini rossi. Infine creo occhi, sopracciglia e naso al nostro Babbo che è pronto per essere “imbarbato” per tutto il mese di dicembre!
Noi attaccheremo il calendario ad in chiodino, quindi ho creato due buchi al cappello di Babbo Natale, messo un cordino, in modo da poterlo appendere.

Valentina

Un libro come calendario dell’avvento

TITOLO DEL LIBRO: NATALE NEL GRANDE BOSCO 

AUTORI:  ULF STARK ED EVA ERIKSSON

EDIZIONE: IL GIOCO DI LEGGERE

Quest’anno voglio proporre un calendario dell’avvento un po’ diverso, dedicato alla fantasia, alla lentezza e soprattutto che porti ad amare l’attesa per l’arrivo del Natale senza dover per forza ricevere un regalo materiale ogni giorno. Già da un paio di anni abbiamo ospitato in casa l’elfo di Natale che ogni giorno ha portato qualcosa: da disegni da colorare a caramelle, poesie o piccoli gesti di gentilezza da compiere. Quest’anno invece porterà in dono le pagine iniziali di un libro che arriverà nella sua versione intera solo il giorno di Natale. Perchè un pezzetto di libro al giorno? Perchè voglio enfatizzare l’attesa, dilatare il tempo che intercorre tra il 1 e il 25 dicembre alimentando la fantasia per imparare ad apprezzare questo periodo dell’anno e le attese prima di un grande evento in generale. Ho scelto in particolare questo libro perchè innanzitutto parla del Natale, introduce un personaggio simpatico e un po’ brontolone il Tomte che è uno gnomo custode, ha delle illustrazioni meravigliose e soprattutto perchè i capitoli sono scritti quasi fossero proprio le caselle de calendario dell’avvento, ricche di attesa per contare i giorni all’arrivo di un grande evento.  Natale nel grande bosco è una storia dolce dove si intrecciano le vite di una famiglia di coniglietti con quella appunto del Tomte gnomo brontolone in grado di parlare e rassicurare gli animali, ma non voglio svelarvi il finale! Se volete proporre questo calendario dell’avvento dovrete preparare solo alcune fotocopie delle pagine del libro scelto da proporre ogni sera fino a Natale. Sono sicura che quando i bambini vedranno il libro sotto l’albero vorranno correre a leggere il finale. 

Federica

Categorie: Natale

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: