Cosa vuol dire tenere un animale in casa?

La settimana scorsa, sui nostri canali social ( Instagram e Facebook), abbiamo posto diverse domande sugli animali che vivono in famiglia. Volevamo raccogliere un pò di informazioni “sul campo” e rendere questo post il più simile a voi possibile.

animali in famiglia

È emerso che sono molti ad avere animali in famiglia: cane e gatto si giocano la prima posizione. Vengono trattati a tutti gli effetti come membri della famiglia. Dormono con noi, li coccoliamo, li laviamo, li spazzoliamo. Sappiamo bene che avere un animale in casa comporta innumerevoli responsabilità: un animale non è un oggetto, non è un passatempo. È una creatura vivente che ha bisogno di noi per poter vivere. Ecco quindi che tempo libero, stile di vita della famiglia, spazi verdi dell’abitazione determinano quali sono gli animali più adatti a vivere con la famiglia.

Vita da cani

cane bambino

Tenendo in considerazione che pesci rossi, roditori e tartarughe sono animali con i quali c’è poca interazione, non richiedono un impegno costante per cui anche un bambino non ha le stessa responsabilità verso di loro che potrà avere con un gatto o meglio ancora con un cane.

Secondo alcune ricerche infatti il cane fa benissimo all’umore, responsabilizza donando affetto, trasmette sicurezza, fa si che il bambino possa sviluppare un buon linguaggio, a volte prima del tempo. Altro aspetto educativo da non sottovalutare riguarda l’autostima: un cane sa ascoltare, dà fiducia e non carica di attese il bambino, lo ama incondizionatamente, non lo giudica. A maggior ragione proprio per tutti questi motivi è importante cercare di occuparsene dignitosamente anche dal lato economico. Non basterà acquistare cibo, occorrerà tenerlo pulito, ordinato, sotto controllo medico e vaccinato. Sicuramente il cane non è adatto ad una famiglia che dal lunedì al venerdì sta fuori casa dalle 7 alle 19 e magari il weekend è sempre in giro portando il proprio cane da dog sitter o parenti.

Vita da gatti

E il gatto? Se avete o deciderete di prendere con voi un gattino significa che per la maggior parte del tempo sarete fuori casa. Il gatto ama le coccole, ma è meno richiedente rispetto ad un cane. È un esserino molto più autonomo.
Molti spesso si chiedono, se con l’arrivo di un neonato, è rischioso avere un gatto per casa. Vivere con un micio non ha nessun rischio per la salute di un neonato o di un bambino. Ovviamente ci sono regole d’igiene e comportamento da tenere in considerazione, di cui sono responsabili i genitori.

bambini gatti

Sarà compito loro mostrare al bambino come interagire con il gatto: non tirare coda o orecchi, non essere aggressivi, non giocare con i baffi ecc.
I genitori dovranno stabilire gli spazi della casa specifici per il gatto (lettiera, giochi, ecc) ed il bambino deve essere educato a non invaderli, toccarli o distruggerli. La supervisione ai momenti di gioco tra il bambino e l’amico a quattro zampe sarà fondamentale sopratutto nei primi momenti d’incontro.

..e quando arriva un figlio?

Quando arriva un neonato nella casa dove vive un animale, i genitori dovranno abituare l’animale alla presenza del nuovo arrivato, con serenità e senza traumi o restrizioni che rischiano di provocare gelosie. Un consiglio, magari banale ma pur sempre utile, se avete animali in casa e dovete rientrare dall’ospedale con un pargolo, fate annusare ripetutamente un vestitino del neonato all’animale. In questo modo imparerà a conoscerlo prima e accettarlo come membro della famiglia.

Le famiglie che ospitano animali possono ritenersi fortunate perché oltre a tutti gli aspetti educativi elencati poco fa, sembrerebbe secondo alcuni ricercatori che gli amici pelosi a quattro zampe procurino effetti benefici contro allergie e malattie del sistema respiratorio.

Ciò che comunque fa la differenza a parer mio, a prescindere da cane o gatto, è l’adozione.
Adottiamo!!! Sempre! Che senso ha comprare un animale? Per carità, rimane un mio pensiero e non giudico chi sceglie di comprarlo, ma se penso ai migliaia di centri che ospitano animali bisognosi d’amore… mi si stringe il cuore. Detto ciò è anche vero che molti vorrebbero un cucciolo e nei centri appositi è difficile trovare animali nati da poco. Per questo consiglio di tener d’occhio gli annunci che si possono trovare sui giornali locali. Capita spesso di trovare in regalo cuccioli. Basta non aver fretta e saper aspettare.

E chi non ama gli animali?

Per tutte quelle persone che invece purtroppo non amano gli animali… che dire? Non siamo tutti uguali. L’unica cosa certa che mi sento di dire è che non avranno mai provato l’affetto che può dare un animale.
Per esperienza vi garantisco che tra bimbo e animale domestico si crea un un rapporto unico, per cui vale la pena vivere questa bellissima esperienza in famiglia.

Autrice Martina

Elaborazione in corso…
Fatto! Sei nell'elenco.

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: