Già nel nome di questo articolo vi lascio il consiglio più importante “alternare”.

È già, sappiate che ad oggi le ultime linee guida per una sana alimentazione, ci consigliano di ridurre ( e non escludere) le proteine animali, alternandole con fonti di proteine vegetali.

La carne, salumi e formaggi, un pò per la loro praticità di consumo e un pò per la facilità di preparazione, vengono spesso consumati da noi italiani.

Il pesce, spesso per i motivi opposti, viene consumato molto meno delle 3 volte a settimana consigliate dalle linee guida, mentre le uova spesso sono ancora vittima del falso mito legato all’innalzamento del colesterolo.

In ogni caso rispetto ai nostri nonni o bisnonni mangiamo troppe proteine animali e spesso sempre le stesse.

Con cosa possiamo alternarle?

Con i legumi, ad esempio.

I legumi sono buone fonti di proteine vegetali, fibra e micronutrienti.

Quante volte a settimana? Orientativamente 3-4 volte a settimana.

Quali sono? Fagioli, Lenticchie, Piselli, Fave, Lupini, Arachidi, Soia, Fagiolini, Cicerchie, Ceci (varietà di Fagioli, Lenticchie e Soia ne trovate a bizzeffe!) 

Cereali: Altra fonte proteica possono essere alcuni cereali come Farro e Quinoa, meglio ancora se abbinati ai legumi, per ottenere la così detta “complementarietà amminoacidica”. 

Frutta secca e semi oleosi: possono non solo essere un valido spuntino (frutta secca 30 g giornalieri), ma utilizzati in insalate, zuppe, minestroni, primi piatti.. insomma usate la vostra fantasia!

Ah, a dire la verità tra la frutta secca disidrata abbiamo anche le albicocche secche, che possono essere una valido spuntino e una fonte proteica!

Quali sono

Frutta secca: Mandorle, Noci, Nocciole, Pistacchi, Anacardi, Pinoli ecc

Semi oleosi: Semi di canapa, girasole, zuccca, semi di chia ecc

Tofu e Tempeh: ormai famosissimi derivati della soia, ma non sempre apprezzatissimi.

Vi consiglio di trovare delle ricette sfiziose con cui prepararli! 

Latti vegetali: sono una fonte proteica alternativa al latte, ma non possiamo definirli due prodotti sovrapponibili.

Il latte vaccino ha un contenuto proteico decisamente maggiore (cosa che spesso non è sempre un bene o un male) del latte vegetale.

State attenti al quantitativo di zuccheri aggiunti e, se possibile e se desiderate un latte più proteico, preferite il latte di soia, piselli, di lupini o di mandorle.

QUESTO ARTICOLO E' STATO SCRITTO DA:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: