Natale V come VIAGGI E VACANZE PER LA FAMIGLIA

Tour tra i Villaggi di Babbo Natale in Italia

Il Natale è ormai alle porte e tutti ne sentiamo un po’l’arrivo, si respira aria di festa in tutte le città e paesini, le strade sono ormai illuminate e i negozi vestiti di fiocchi e neve finta. Fino a qualche tempo fa per vivere a pieno l’atmosfera natalizia bisognava lasciare il nostro paese e partire alla volta di posti un tantino più freddi, pensate ad esempio ad Innsbruck, Norimberga, Dresda o per coloro che potevano farlo, addirittura la Lapponia.

Oggi però le cose sono notevolmente cambiate, e se durante la mia infanzia io potevo solo sognare di conoscere Babbo Natale, oggi i bambini annualmente lo vedono, ci parlano e addirittura gli consegnano la loro letterina e questo grazie ai numerosi villaggi presenti nella nostra penisola. Anche paesi piccoli in Italia si organizzano per le festività di fine anno e lo fanno in grande, con mercatini, villaggi di Babbo Natale, elfi e naturalmente concerti e spettacoli.

Un po’ lo si fa per far girare l’economia, per far si che i turisti siano invogliati a visitare le cittadine ma anche per festeggiare questo momento dell’anno così suggestivo e amato da grandi e piccini. Proprio per farvi conoscere alcune di queste realtà più o meno piccole, ho selezionato per voi quattro Villaggi di Natale tra nord e sud tra i più suggestivi che potrete visitare con le vostre famiglia e magari dove potrete trovare bellissimi regali artigianali per amici e parenti.

Grotte di Ornavasso, la casa in montagna di Babbo Natale tra elfi, animali e artigianato

Sul Lago Maggiore, precisamente a Ornavasso, esiste uno dei villaggi più particolari in Italia a 200 m sottoterra. Si tratta della Grotta di Babbo Natale un luogo magico che da novembre si è trasformato nel regno dell’omone barbuto, tra animali, mercatini, trenini e tanto tanto altro! Ornavasso si raggiunge comodamente in autostrada e una volta lasciata l’autovettura, si verrà subito catapultati all’interno di un mondo magico, un delizioso trenino, Renna Express, vi porterà al viaggio alla ricerca di Babbo Natale. Dopo aver ritirato i braccialetti alla biglietteria sarete pronti per fare il vostro ingresso all’interno dell’area dei mercatini, dove sarà possibile acquistare pezzi d’artigianato locale e assaggiare qualche tipica prelibatezza. Se amate la storia e siete adulti potete dedicarvi alla visita del Santuario dell’ Immacolata Concezione di Santa Maria Vergine ma se siete con i bimbi dovrete proseguire per vedere Babbo Natale che due volte al giorno, alle 12 e alle 16,  arriverà puntuale dal parco, poco sopra, in compagnia delle amate renne e dei suoi aiutanti, i Twergi, gli Elfi che abitano i boschi sopra Ornavasso. Tantissimi laboratori, eventi per i bambini, merende, fiabe e addirittura l’attestato di bravo bambino. Un villaggio in montagna che non possiamo non visitare!

Villaggio di Babbo Natale di Taneto di gattatico (reggio emilia)

Se il Piemonte vi sembra troppo lontano, potete sempreoptare per il Villaggio di Babbo Natale di Taneto di Gattatico, vicino ReggioEmilia, un villaggio che è insieme un enorme Mercatino di Natale al coperto maanche un mondo magico in cui immergersi e volare con la fantasia. E’ uno deimercatini più grandi d’Italia, addirittura più di 4500 mq dedicati alla magiadel Natale con scenografie, spettacoli ed allestimenti mai visti prima. BabboNatale visita il villaggio tutti i giorni, fa foto con i bimbi e gli elfi sonosempre pronti ad animare le giornate dei più piccoli. Questo villaggio è ilgiusto compromesso tra il mondo dei grandi e dei piccoli, animazione, magia,babbo natale ma anche un piccolo borgo con bancarelle dall’aspetto tipico incui potrete trovare tessili per la casa di altissima qualità, piatti edaccessori per la tavola in grado di fare tendenza, profumazioni speziate. Unvillaggio adatto davvero a tutti!

Il fantastico castello di Babbo Natale a Roma

La mia terza scelta, è stata una scelta obbligata, il fantastico Castello di Babbo Natale di Roma, un posto in cui i bimbi sognano ad occhi aperti e si divertono con le proprie famiglie alla scoperta di una festività tra le più amate. Gli eventi presenti in questo villaggio sono davvero tantissimi, la fata delle nevi che stupirà i più piccoli con le sue evoluzioni,  la fabbrica di giocattoli dove gli elfi giocattolai preparano tanti giochi e possiamo assisterete alla creazione dei doni del Natale. Proseguendo la visita è possibile giungere alla casa di Babbo Natale, prima si entrerà nel salone dell’accoglienza con il gran Ciambellano, la sala da pranzo con il Maggiordomo, la Pinacoteca di Babbo Natale dove scorrono sotto i vostri occhi pittorici secoli di Storia e vita di Babbo Natale a zonzo per il mondo e a spasso nel tempo, la cosmica stanza da letto con la sua Governante, lo studio di Babbo Natale con la sua segretaria, la Fanciulla Renna e finalmente la grandiosa sala del Trono con Babbo Natale in persona. Questa è la stanza preferita dei bambini, perché qui si incontra davvero l’uomo barbuto, si può parlare con lui e chiedergli la lista dei regali. Ma le attrazioni non finiscono qui, fuori dalla casa, si possono trovare le corti nobili dove vivono gli elfi,  il popolo di Babbo Natale, e il laboratorio degli elfi pasticceri dove vi accoglierà un profumato abbraccio di caldi dolci freschi. E naturalmente la capitale non delude mai!

Il villaggio di Babbo Natale a Lucera (fg)

E finiamo il nostro tour dei villaggi di Natale con il sud e più precisamente con la Puglia, ma non la Puglia del Salento, ma bensì Lucera,cittadina in provincia di Foggia, che lo scorso anno ha sperimentato la casa di Babbo Natale e ha ricevuto così successo da voler ripetere l’esperienza e farlo addirittura più in grande, unendo l’arte e la storia della cittadina con questa festività così importante e con la figura fantastica dell’omone vestito di rosso. Esattamente il 7 dicembre sarà inaugurato il natale lucerino e Babbo Natale prenderà casa in due prestigiose cornici della cittadina, il Museo Civico “G. Fiorelli” e la Biblioteca Comunale “R. Bonghi” fino al 6 gennaio, ma questi saranno solo i luoghi di partenza perché chi visiterà la città in queste periodo potrà seguire le orme di Babbo Natale attraverso l’intera cittadina, piazza Duomo, piazza Matteotti e viale della Libertà, e soprattutto attraverso i luoghi storici e artistici, l’esposizione permanente arricchita dal corredo del“guerriero longobardo” riportato di recente a Lucera, il Presepe Napoletano ela mostra dedicata alle statue di Santi e Madonne conservate sotto campane di vetro, la pinacoteca, i mosaici paleocristiani e la mostra sulle Cinquecentine. Tutto questo impreziosito da proiezioni e luci artistiche nei principali luoghiartistici. Insomma non un piccolo villaggio di Babbo Natale fisico ma una cittadina che si trasforma per un intero mese in casa di Babbo Natale e nel contempo ci insegna arte e storia. Le iniziative delle piccole cittadine che vanno premiate!

Naturalmente queste sono solo quattro alternative, le cittadine che organizzano villaggi natalizi sono tantissime in tutta Italia, ma io ho reputato che queste fossero davvero i quattro villaggi imperdibili di questo Natale 2018. Ora non resta che a voi scegliere quello più adatto alle vostre necessità o ai vostri gusti!

Autrice Valentina M.

Potrebbe interessarti...

2 Comments

  1. Martina says:

    Noi andremo alla Reggia di Venaria a Torino per un Natale Reale!!!!

  2. Martina says:

    Noi andremo alla Reggia di Venaria a Torino per un Natale Reale!!!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.