V come VIAGGI E VACANZE PER LA FAMIGLIA

San Valentino 2019

Le città più romantiche da visitare insieme al proprio amore

C’è chi la ama e chi la odia, chi la ritiene una festa consumistica e chi non vede l’ora di ricevere un bigliettino di auguri da uno spasimante più o meno anonimo, la Festa degli innamorati si sa è la più amata e odiata al mondo ma tutti in fondo in fondo la festeggiamo.

Questa festività ha origini molto antiche e si ricollega a San Valentino per due motivi, prima di tutto pare che durante un matrimonio che padre Valentino stava benedicendo, i due sposi morirono insieme ( la donna per malattia, il marito non si sa il motivo), suggellando l’amore eterno e, in secondo luogo, proprio per aver celebrato questa unione il santo perse la vita il 14 febbraio per mano dei romani, visto che gli sposi erano lei cristiana e lui pagano.

Da allora nella figura del santo si è visto il protettore dell’amore, ma furono i benedettini a rendere la festa sempre più nota e il tempo ha regalato a questa ricorrenza tante tradizioni diverse, i bigliettini d’amore, i cioccolatini, i regali e a volte anche le fughe d’amore.

Quest’anno però, la Festa degli innamorati purtroppo cade in mezzo alla settimana, un giovedì, e di conseguenza non aiuta gli amanti delle sorprese, delle cene romantiche o dei viaggi, visto che la maggior parte di noi il giorno dopo deve essere al lavoro ma visto che gli innamorati non si lasciano fermare da nulla, e noi lo sappiamo, ho deciso ugualmente di proporvi alcune città, non solo romantiche ma fortemente legate all’amore, da visitare magari il weekend prima o dopo di San Valentino.

Alassio, la città delle lettere d’amore

Cominciando dal nord Italia, la mia prima proposta per San Valentino, e di me potete fidarvi visto che mi chiamo Valentina, è Alassio, una cittadina della Liguria, in provincia di Savona, che secondo il mito nasce proprio da un grande amore.

Narra la legenda che la figlia di Ottone I, Adelasia, si innamorò del giovane scudiero Aleramo, naturalmente di umili origini, e che dato che questo amore era impossibile da vivere alla luce del sole, i due fuggirono in Italia e si sposarono per vivere ai piedi del Monte Tirasso, lontano dal padre di lei che si opponeva a quell’unione. Un giorno però la vita dei giovani innamorati e poveri cambiò, poichè l’imperatore Ottone I, scese in Italia con il suo esercito e si ricongiunse con la figlia, accettò il marito e lo investì di titoli nobiliari.  Da quel giorno attorno alla dimora dei due giovani crebbe una cittadina che, in onore della principessa, venne chiamata Alaxia, l’attuale Alassio.

Alassio è una città in cui si respira romanticismo in ogni angolo e per di più, in occasione di San Valentino si rinnoverà un evento che gli scorsi anni ha avuto grande successo “La più bella lettera d’amore”. Tutti potranno partecipare, scrivendo una lettera d’amore romantica e struggente, entro e non oltre il 13 febbraio alle ore 12. La lettera che su Facebook  riceverà il numero più alto di “Mi piace” sulla pagina della città, Alassio città degli innamorati, si aggiudicherà il premio Percorso degli innamorati che prevede una cena per due, una coppia di fedine, due ingressi alla “Thalassio SPA” e un set di cosmetici Acqua di Alassio.

Ma quest’anno l’evento si raddoppia, poiché sarà possibile partecipare anche a “Il più bell’Instagram d’Amore”, pubblicando una foto realizzata ad Alassio con l’hashtag ufficiale #loveinalassio + @comunealassio. L’immagine che riceverà più cuoricini verrà pubblicata per una settimana su tutti i canali social ufficiali della Città di Alassio e ne verrà realizzata una versione stampata da donare al vincitore del concorso “La più bella Lettera d’Amore”.

Gradara, vivere l’amore sulle orme dantesche di Paolo e Francesca

La seconda città da me scelta per questa Festa degli innamorati 2019, si colloca nella provincia di Pesaro e Urbino, è una cittadina piccola ma davvero affascinante, storica, romantica e piena di leggende, sto parlando di Gradara.

Questa cittadina è ferma al medioevo e visitarla è come fare un tuffo nel passato tra palazzi storici, vie fiorite e naturalmente il bellissimo e monumentale castello malatestiano visitabile sia all’interno che all’esterno. Questa cittadina però non è solo bella ma enormemente romantica, visto che proprio tra le sue mura sembra si sia consumata la grande storia d’amore tra Paolo e Francesca, così ben descritta da Dante Alighieri nella Divina Commedia.

A quanto pare infatti, e le guide del castello lo raccontano in maniera magistrale, Giangiotto Malatesta aveva sposato Francesca da Polenta e con lei viveva a Gradara ma tra la neo sposa e il fratello di Giangiotto, Paolo Malatesta, nasce un amore clandestino che per un po’ si consuma di nascosto, fino a quando lo sposo non scopre tutto e uccide i due amanti. Pare volesse uccidere solo Paolo ma Francesca per difenderlo si parò davanti alla spada e morirono entrambi.

In occasione di San Valentino, la città di Gradara, già bellissima e romantica, si veste di nuova luce grazie al borgo illuminato da mille candele che rimarranno accese fino al 17 febbraio.

Vico del Gargano, amore, agrumi e cioccolato

E per finire arriviamo al sud e questa volta nella mia Puglia, per consigliarvi un piccolo paese ma molto legato all’immagine di San Valentino, sto parlando di Vico del Gargano. Nel 1618 infatti i cittadini di Vico andarono a Roma alla ricerca di un santo Patrono, visto che San Norberto, il santo fino a quel momento legato alla cittadina non rassicurava la popolazione visto che si festeggiava a giugno e gli abitanti volevano pregare in inverno per proteggere le coltivazioni da venti e grandini.

Pare che il capo della spedizione batté la testa contro il braccio sporgente dall’oculo di San Valentino e questo fu intrapreso con un segno divino e il nuovo protettore della città fu scelto nel santo dell’amore. Da allora sono 400 anni che la città festeggia il 14 febbraio il suo patrono e gli innamorati da tutto il mondo visitano la cittadina per poter visitare le reliquie del Santo e festeggiare il proprio amore.

Uno dei luoghi più visitati di Vico è indubbiamente “Vicolo del bacio”, una via strettissima larga soli 50cm e lunga 30 metri. Che è possibile percorrere in due solo stando a stretto contatto l’una con l’altro. E’ inoltre tradizione bere il filtro d’amore di San Valentino, il succo delle arance della zona che sembra essere un ottimo rimedio per coronare il proprio sogno d’amore e funga da filtro d’amore per tutti gli innamorati non corrisposti.

Quest’anno in occasione della festa degli innamorati si ripeterà per il secondo anno consecutivo “ Terrarancia” e il tema sarà Amore e Cioccolato, una manifestazione che dal 14 al 17 febbraio farà rivivere a tutti i visitatori l’amore, la legenda, la vita del paese e la storia, attraverso proprio gli agrumi che, da tradizione, vengono utilizzati per realizzare gli ornamenti della statua di San Valentino e per decorare la Chiesa Matrice, il centro storico di origine medievale, le vecchie case e naturalmente il vicolo del bacio.

Come sempre a questo punto non resta che scegliere a voi dove portare il vostro amore, Buon San Valentino a tutti!

Autrice Valentina M.

Potrebbe interessarti...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.