V come VIAGGI E VACANZE PER LA FAMIGLIA cesena, forli, itinerari, romagna, valentina, Viaggi

ROMAGNA IN AUTUNNO: LA PROVINCIA DI FORLI’ E CESENA

Quando si parla di Romagna si tende a pensare al mare, gli ombrelloni gli uni vicini agli altri, le discoteche, i negozi, l’Aquafan e l’Italia in miniatura. Ma la Romagna non è solo questo e soprattutto non è solo estate e quest’oggi voglio dimostrarvelo, parlandovi di una zona meno conosciuta ma davvero molto bella da visitare, le provincia di Forli/Cesena.

La storia di questa zona è antica, molto antica, risale addirittura al  285 A.C. ma tanti cambiamenti sono avvenuti negli ultimi decenni. Fino al 1992 ad esempio la provincia era solo di Forlì e sotto di essere c’era tutta la zona del riminese, poi Rimini si divise, costituendo la provincia di Rimini, e  la restante parte assunse il nome di Forlì/cesena che nel 1999 ebbe anche la sigla FC.

In zona ci sono circa una quindicina di cattedrali e abbazie, tra cui l’Eremo di Montepaolo di Dovadola, dove si dice che 1629 si verificò una guarigione miracolosa attribuita a Sant’Antonio da Padova, castelli, rocche, fornaci romane, siti archeologici e parchi nazionali. Ma per facilitarvi la visita di questa zona così interessante, voglio proporvi due diversi itinerari, uno adatto alle famiglie con bambini e uno adatto a chi non ha bambini o li ha molto piccoli.

 

ITINERARIO FAMIGLIA CON BAMBINI

 

Questo itinerario, l’ho provato sulla mia pelle qualche anno fa ed è davvero entusiasmante. Non avevo ancora il mio bimbo ma ci sono andata con amici che avevano tre figli di diverse età e devo dire che è piaciuto a tutti, grandi e piccoli.

Vi parlo di un comune, forse non a tutti noto, Bagno di Romagna, una cittadina molto piccola, circa 5000 abitanti ma che al suo interno comprende il parco nazionale delle Foreste Casentinesi e la riserva naturale  di Sasso Fratino. Inoltre particolarità che a noi adulti è piaciuta molto, sono le sorgenti termali la cui acqua esce alla temperatura di 47 °C. Ma non esiste itinerario per bambini, senza un luogo magico e a Bagno di Romagna il luogo magico c’è ed è il Sentiero degli gnomi.

Un parco, se così lo si vuole chiamare, situato nel Bosco dell’Armina, vicinissimo al centro di Bagno di Romagna, in cui bambini passeggiando per 2 km possono trovare tutte le tracce dei piccoli amici, la scuola, il pozzo dei desideri ma soprattutto potranno conoscere alcuni gnomi.

Durante l’anno il  parco organizza tanti aventi ma l’autunno è sicuramente il periodo migliore per una passeggiata nel bosco, senza correre il rischio di nevicate o di eccessivo caldo. E finito il giro, grandi e piccini possono sempre andare a rilassarsi alle terme….

 

ITINERARIO SENZA BIMBI

Questo secondo itinerario è adatto invece a coloro che non hanno bimbi o hanno dei neonati, ed è più storico/artistico. Vi porto infatti a Roncofreddo un comune vicinissimo a Cesena e a 40 km da Forlì. La cittadina nasce intorno all’anno mille ma sicuramente la maggior fama la raggiunge nel periodo malatestiano, come buona parte della Romagna, come testimoniato anche dal poderoso castello attorno al quale è ancora aggrappato il piccolo abitato.

Cosa c’è fa fare a Roncofreddo? Semplice, passeggiate in mezzo alla natura, camminate con la bicicletta o la mountain bike, il tour delle frazioni di Roncofreddo: Monteleone-Sorrivoli-Diolaguardia-Oriola-Montaguzzo-Montecodruzzo. Ma soprattutto una visita alla parte storica nella cittadina. Io ho apprezzato molto il Castello di Monteleone con la sua enorme scalinata, il tempio Malatestiano con il chiostro panoramico  ma naturalmente ci sono anche i chiostri, gli oratori e tanti piccoli gioielli nascosti tra la vegetazione.

 

Autrice Valentina M.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.