Pranzo fuori casa

Cinque idee per mangiare bene anche in ufficio

Mangiare fuori casa non è sinonimo di panini e pasti freddi. Spesso la pausa pranzo in ufficio si trasforma in un ammasso di calorie, a volte invece il rischio è di non mangiare abbastanza e accontentarsi di un semplice pacchetto di Cracker o di un triste Yogurt. Il mio compito oggi sarà quello di suggerirvi pasti adeguati, da portare con voi a lavoro, e qualche accorgimento da mettere in atto.

Innanzi tutto basta nascondersi dietro al “non ho tempo di cucinare”. Sappiamo tutti che è una scusa. La sera infatti quando prepariamo cena, possiamo tranquillamente mettere a cuocere verdura fresca e di stagione. In meno di mezz’ ora sarà pronta. Inoltre cucinando qualcosa in più sarà possibile mettere da parte una porzione per il giorno dopo. Se poi in ufficio avete la possibilità di condividere un forno microonde con i colleghi, nulla vieta di scaldare addirittura un buon minestrone. Fate attenzione alle insalatone, sembrano un salva pasto, in realtà le condiamo spesso con tonno sott’ olio, con mozzarelle, con mais e olive e facciamo solamente il pieno di grassi. Quando possiamo scegliamo piatti unici, migliori per praticità e valori nutrizionali. Non rinunciamo ai carboidrati come la pasta. La frutta dovrà farci sempre compagnia. È un ottimo spezza fame.

L’organizzazione è fondamentale. Un’altra cosa da non sottovalutare sono i contenitori. Quelli dovranno essere di una buona marca per evitare perdite. A volte senza diventar matti si può risolvere con un vasetto di vetro di recupero.

Prima di illustrarvi le ricette, concedetemi ancora due minuti per parlarvi velocemente delle mie posate, presenti in quasi tutti gli scatti. Belle sono belle, è inutile negarlo. Si tratta di posate monouso ecologiche in legno di Betulla firmate EcoBioShopping. Design moderno e qualità ottima, si prestano sicuramente per i pasti d’asporto e fatemelo dire, sono davvero resistenti. Le ho testate personalmente. Se desiderate provarle, vi invito a visitare il loro sito o pagina instagram .


Orzo e lenticchie, broccoli per contorno, mele cotte per frutta

Un pranzo sano e gustoso. I vostri colleghi vi invidieranno. Prepararlo sarà molto semplice

•Ingredienti per una porzione

2 pugni di lenticchie

75 g di orzo

1/2 scalogno

1/2 broccolo

1 mela

1 cucchiaino di zucchero

1 cucchiaino di cannella

7/8 taralli

•Procedimento

Portate ad ebollizione 3 pentolini d’acqua. In uno versate due pugni di lenticchie e un pizzico di sale. Nel secondo pentolino fate cuocere per circa 30 minuti il broccolo e nell’ultimo invece adagiateci la mela tagliata a spicchi con zucchero e cannella. Fatela bollire per 15 minuti. Poi potrete scolarla e riporla in un contenitore. Torniamo alle lenticchie. Quando l’acqua inizierà a bollire verserete anche i 75 g di orzo. Fate cuocere per mezz’ora, scolate, tritate mezzo scalogno e fate insaporire per circa 5 minuti il tutto con un filo d’olio. Successivamente sarà pronto per essere introdotto nel contenitore d’asporto. Stessi passaggi per il broccolo, scolatelo per bene e trasferitelo in un contenitore. Potrete condirlo direttamente a casa, non patirà. Se poi volete anche sgranocchiare qualche stuzzichino, 7/8 tarallini saranno perfetti per questo primo pranzo.

Carpaccio di Manzo con Rucola e Funghi Champignons, pane, mandarino e banana

•Ingredienti per una porzione

6 fettine di manzo

100 g di rucola

50 g di funghi

60 g di pane

Mandarino

Banana

Olio e limone q.b

Procedimento

Partendo dal presupposto che le mie dosi sono indicative, vi propongo questo fantastico piatto unico. Semplice e magari per alcuni anche scontato, ma dal gusto originale. Non avevo mai abbinato rucola e funghi champignons prima d’ora. Una cosa è certa, lo rifarò. L’accostamento al manzo è stato un successo, inoltre insieme si sposano proprio bene quest’ingredienti. Si prepara in meno di 10 minuti. Vi consiglio solo, come sempre del resto, verdura fresca e di qualità. Questi ortaggi potrete trovarli dal vostro verduriere di fiducia. Il piatto vi richiederà giusto il tempo di pulire, asciugare e tagliare sia rucola che funghi. Per il carpaccio di manzo rivolgetevi alla salumeria del vostro supermercato. Io ho avvolto la rucola nel manzo formando degli involtini. Il motivo? Semplice: per poter condire il tutto già a casa. Qualche goccia di olio e di limone, un pizzico di sale e via. La rucola rimarrà croccante e non cuocerà perchè non verrà a contatto diretto con l’olio. In questo modo avrete meno contenitori da portarvi dietro. Per la scelta del pane ovviamente liberi di modificarla con altri carboidrati. Stesso discorso per la frutta. Buon pranzo.

Passato di Minestrone, insalata di carote, pollo e patate, mela per frutta

•Ingredienti per una porzione

-Per minestrone di verdure (spinaci, cavolo nero, sedano, zucca, porri, carote)

-Per insalata (2 carote, 1 patata, 1 fettina di petto di pollo)

1 mela

Crostini

Procedimento

Adesso direte… il minestrone fuori casa? Ma è matta Martina ?

No in realtà non sono matta. È possibile, sul serio. Innanzi tutto il giorno prima a casa vi preparate il minestrone, magari la domenica per il lunedì. Ognuno ha il suo metodo e le proprie verdure per realizzarlo. Io nell’elenco degli ingredienti vi ho dato un suggerimento, o meglio, ho scritto tutte le verdure che utilizzo io per la preparazione. Dopo di che basterà frullarlo e versarlo in un comodo vasetto di vetro. Se avrete la possibilità di scaldarlo nel microonde, sarà perfetto. Non avrete neppure bisogno del cucchiaio. È geniale o no quest’ invenzione? 😄

Stessa cosa per l’insalata. Nel senso che mangiata tiepida è ancora più gustosa. A casa dovrete solo far cuocere il pollo sulla piastra e metter a bollire per 30 minuti carote e patate. Sarà necessario tagliare tutto a cubetti, condire e riportare in un contenitore adatto. Libera scelta per crostini e frutto.

Frittata di cavolo nero e patate con insalata

•Ingredienti per una porzione

1 uovo

3 foglie di cavolo nero

1 patata

150 g di insalata verde

Olio e aceto q.b.

Procedimento

Portare ad ebollizione un pentolino per la patata. Una volta pelata e tagliata in 4 parti andrà cotta per circa 15 minuti. Fate soffriggere in una padella con poco olio il cavolo nero sminuzzato, per 3/4 minuti. Da parte sbattete l’ uovo. Quando la patata sarà cotta, scolatela, tagliatela a cubetti e lasciatela raffreddare. Intanto pulite e preparate l’insalata. In un comodo vasetto di vetro preparerete il condimento per l’insalata. Io ho utilizzato olio, aceto balsamico e sale. Il condimento conservato in questo modo vi permetterà di mantenere la verdura croccante perchè condirete poco prima di mangiare il tutto. Tornando alla frittata, unite le verdure all’ uovo, mescolate e infornate a 170° per circa 15/20 minuti. Anche per questo pasto massima libertà di consumare la frutta che più amate.

Tagliolini con porri e gamberetti

•Ingredienti per una porzione

75 g di tagliolini

50 g di porri

30 g di gamberetti

Olio, sale q.b

Kiwi

Procedimento

Quinta ed ultima ricetta vede protagonista il porro, tipica indiscussa verdura invernale, che seppur digerisco a fatica, adoro. I tagliolini conditi in questo modo assumono un sapore unico e delicato.  Il sugo si prepara in pochi minuti. Ho sbollentato 30 g. di gamberetti surgelati per circa cinque minuti. Ho pulito e tagliato a rondelle il porro e l’ho fatto cuocere per altrettanti cinque minuti con olio e qualche cucchiaio d’acqua, in un pentolino a parte. Cotta e scolata la pasta l’ho trasferita in una padella insieme ai porri e ai gamberi. Ho saltato il tutto per pochi istanti et-voilà. Il piatto per il pranzo fuori casa è pronto. Vista la stagione fredda vi consiglio qualche minuto di microonde, in estate invece ottima anche fredda, ma sostituiremo i porri con le zucchine.

Autrice Martina

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.