Carnevale V come VIAGGI E VACANZE PER LA FAMIGLIA

Carnevale 2019

Le città più caratteristiche da vivere in maschera

Ogni anno, passate le feste natalizie, la domanda più frequente tra grandi e piccini è quando sarà Carnevale. Di tradizione il Carnevale inizia subito dopo l’Epifania e va avanti fino al giorno delle Ceneri, in modo da terminare con l’inizio della Quaresima e con il martedì grasso che prende il nome appunto dall’ultimo giorno in cui si poteva mangiare la carne e cedere agli eccessi prima delle privazioni quaresimali.

Quest’anno il Carnevale è particolarmente lungo, visto che è iniziato già dal 10 di febbraio e finirà il 5 marzo, questo è dovuto all’arrivo della Pasqua che questo 2019 ci porterà addirittura il 21 di aprile. In un Carnevale così lungo, che avrà il suo culmine nel 28 febbraio, giorno in cui iniziano i festeggiamenti in tutte le città, il 3 marzo, domenica di carnevale, in cui si svolgeranno le sfilate e gli eventi più importanti e ovviamente il martedì grasso, 5 marzo, in cui il carnevale sarà bruciato e comincerà il rigore quaresimale, è impossibile non festeggiare.

E allora perchè non organizzare una gita fuori porta e visitare magari le sfilate più famose d’Italia? E’ più facile a dirsi che a farsi, visto che ormai tutte le città organizzano il loro Carnevale e le scelte sono davvero molteplici. Ma non disperate perché come sempre ho voluto venirvi in aiuto e selezionare per voi tre mete che sono davvero imprescindibili in questo Carnevale 2019.

A differenza delle scelte che faccio di solito, scelte un po’ ricercate, questa volta ho voluto lasciarmi andare alla tradizione e farlo con tre cittadine che davvero hanno fatto la storia di questa festa in Italia: Venezia, Fano e Viareggio. Il Carnevale di Venezia è senza dubbio il più importante e conosciuto a livello internazionale, il Carnevale di Fano è il più antico e il Carnevale di Viareggio è il più famoso per le creazioni di cartapesta, inventate proprio qui, e per i suoi carri allegorici.

Venezia: eleganza e mistero

Fare un tour delle città carnevalesche senza parlare di Venezia è davvero impossibile, quale amante di questa festività non è mai andato a visitare la città della laguna. A Venezia il Carnevale è un mix di eleganza, stile, velluti e maschere che celano l’identità, così che per un giorno tutti possano divertirsi senza distinzioni di genere e ceto sociale. Gli eventi più significati di questa edizione saranno sicuramente sabato 23 febbraio con il tradizionale ‘corteo delle Marie’ che alle 14.30 partirà da San Pietro di Castello per percorrere via Garibaldi e Riva degli Schiavoni fino a Piazza San Marco, dove, alle 16.00 si terrà la presentazione ufficiale delle Marie del Carnevale 2019.

Ma la parte più importante della manifestazione sarà sicuramente l’omaggio che il Doge porta a dodici bellissime fanciulle veneziane, dotandole di gioielli per il matrimonio. La Festa delle Marie è l’occasione giusta per ammirare splendidi abiti veneziani e per prendere parte ad una delle più antiche tradizioni della città. Mentre invece la domenica si potrà assistere al classico Volo dell’Angelo che rappresenta il vero inizio della festa a Piazza San Marco e da allora cominceranno in tutta Venezia le sfilate, la musica ed l’animazione.

Il giovedì grasso assolutamente imperdibile la rievocazione della vittoria del doge Vitale Michiel II sul patriarca Ulrico di Aquileia e i 12 feudatari ribelli, avvenuta proprio nel giovedì grasso del 1162. E per finire dal 3 marzo Venezia si prepara per tre giorni a chiudere i festeggiamenti, il Volo dell’Aquila, un altro spettacolare svolo dal Campanile effettuato da un ospite a sorpresa, il concorso ‘La Maschera più bella’ che vedrà in gara i vincitori delle sfilate che si sono svolte nei giorni precedenti, due speciali sfilate dedicate ai più piccoli e infine martedì grasso la proclamazione della Maria del Carnevale 2019 e il volo, sotto forma di telo dipinto, del Leone alato di San Marco.

Il carnevale di Venezia è gratuito, a meno che non si voglia partecipare a eventi privati. Se poi amate muovervi, oltre a godervi il Carnevale veneziano, potete sempre visitare gli eventi delle isole e delle cittadine vicine, grandi feste infatti si svolgeranno ad esempio a Mestre, Burano, Zelarino e Marghera.

Fano: carnevale all’insegna della tradizione

Seconda città dalla forte, fortissima tradizione carnevalesca, è Fano. A quanto pare questo è il Carnevale più antico d’Italia o per lo meno quello di cui per primo di parla nei testi scritti. Secondo i documenti tramandati a noi infatti a Fano si è cominciato a festeggiare il Carnevale addirittura nel 1347, mente qualche anno dopo i Malatesta firmarono un editto che imponeva di festeggiare il Carnevale a tutti e si racconta della tradizione di gettare i confetti nelle strade della città.

Per questo Carnevale 2019, la cittadina non è da meno, tantissimi saranno i carri allegorici che tutte le domeniche animeranno la via centrale di Fano con sfilate addirittura di 2 km, ma il vero fulcro di questo carnevale, che a differenza di quello veneziano è meno elegante ma incentrato sullo scherzo e sul gioco, saranno sicuramente i carri allegoriche raggiungeranno i anche 16 metri di altezza e sono dei veri e propri palcoscenici ambulanti dove succede di tutto.

Special guest di quest’anno la “Musica Arabita”, un bizzarro gruppo di musicisti che utilizza oggetti di fortuna per produrre ritmi allegri e musicali, e che animerà l’intera festa. Imprescindibile invece in testa ai cortei il Pupo, il Vulon in dialetto, ovvero la rappresentazione in gomma piuma del capro espiatorio a cui sono affidate le colpe e le conseguenze delle azioni irresponsabili del Carnevale.

Ogni giorno per l’intera festività le sfilate sono divise in tre fasi:  la presentazione dei carri;  l’attesissimo getto ed la sfilata. Per partecipare alle sfilate si paga naturalmente un biglietto che si aggira sulle 12 euro a persona.

Viareggio: satira e cartapesta

E per finire passiamo al Carnevale di Viareggio, questa è la festa più amata dalla gente perché unisce l’arte della cartapesta, che nasce qui, alla satira, all’attualità e all’ironia. Per anni Viareggio è stato lo specchio del nostro stato, del gossip come della politica, e tutti eravamo incollati alla tv per vedere quali argomenti avrebbero scelto i carri allegorici per l’anno in corso.

Vista la fama di questo carnevale, non potevo assolutamente non proporvi Viareggio tra le mete carnevalesche. Secondo quanto dichiarato dall’organizzazione della festa, quest’anno il carnevale prenderà un po’ le distanze dalla satira politica, sarà un Carnevale all’insegna dell’impegno e che affronterà temi importanti come la condizione umana, le paure e le speranze del mondo. Già in estate sono stati consegnati i bozzetti dei carri e dalle anticipazioni sembra che sarà uno dei carnevali di Viareggio più belli degli ultimi anni.

I carri che potrete vedere saranno dei veri e propri giganti che li rendono i più grandi del mondo, interamente realizzati in cartapesta, e frutto di un anno intero di lavoro. A differenza di Venezia e di Fano, il Carnevale di Viareggio è interamente dedicato alle sfilate che si svolgeranno il 23 Febbraio, il 03 Marzo 2019 e il 05 marzo con la chiusura del Carnevale, la premiazione e fuochi pirotecnici. Il biglietto per partecipare hanno un costo di 20 Euro per gli adulti e 15 Euro per i bambini fino a 14 anni, mentre gli altri entrano gratis.

A voi non resta che scegliere da cosa mascherarvi e confondervi nella folla carnevalesca di una di queste splendide città. Buon Carnevale a tutti!

Autore Valentina M.

Potrebbe interessarti...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.